Programmi Dietetici Personalizzati

Sono elaborati programmi dietetici per le seguenti categorie:

  • Bambini
  • Adulti
  • Anziani
  • Donne in gravidanza
  • Donne in allattamento
  • Donne in menopausa
  • Sportivi

Sono elaborati programmi dietetici per le seguenti condizioni:

  • Patologie Cardiache (Ipertensione, malattie cardiache, ecc.);
  • Patologie renali (nefropatie, ecc);
  • Patologie intestinali (colon irritabile, diverticoli, ecc.);
  • Patologie gastriche (reflusso gastro-esofageo, ernia jatale, gastrite, ecc,);
  • Patologie autoimmuni (diabete tipo I, psoriasi, fibromialgia, ecc.);
  • Patologie oncologiche (tumore al seno, chemioterapia, ecc.);
  • Alterazioni dell’assetto lipidico (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, ecc.);
  • Alterazioni dell’assetto glucidico (diabete tipo II, iperinsulinemia, insulino-resistenza, ecc.);
  • Alterazioni dell’assetto proteico (iperazotemia, iperuricemia, ecc);
  • Ritenzioni di liquidi (cellulite, ecc.).

 Le tipologie di programmi dietetici attuate sono:

  • la dieta mediterranea
  • dichiarata patrimonio dell’Unesco, per le sue capacità di ridurre i rischi di patologie cardiovascolari e di insorgenza di tumori, è basata sui classici alimenti mediterranei come i cereali integrali, le verdure, la frutta, i legumi e l’olio d’oliva. Tra le proteine preferite ci sono quelle derivanti dal pesce e dalle carni bianche.
  • L’energia viene derivata dai macronutrienti (glucidi o carboidrati, protidi o proteine e lipidi o grassi) e così ripartita:
    • 45–60% di Glucidi, di prevalenza complessi (come gli amidi dei cereali)

    • 10–12% di Proteine, corrispondenti a 0,9g per kg di peso corporeo;

    • 20–35% di Grassi con una percentuale di grassi saturi (maggiormente rappresentati in quasi tutti i prodotti animali tranne il pesce) inferiore al 10%.

  • Lo schema proposto è settimanale, con una distribuzione di 5 pasti giornalieri.
  • la dieta oloproteica o chetogenica
  • è un regime dietetico che deve essere seguito per un periodo di tempo limitato, di qualche settimana, propone una drastica riduzione dei carboidrati, spingendo l’organismo ad utilizzare come fonte energetica i grassi e relativa produzione di corpi chetosi. Ha uno schema giornaliero, ed è accompagnata dall’assunzione di integratori. Sono assunti solo alimenti proteici come carne, pesce, formaggi, salumi e verdure. Ha delle controindicazioni, perché non può essere seguita da:
  • Soggetti malnutriti come
  • Diabetici di tipo I
  • Gravide e nutrici
  • Chi già soffre di patologie epatiche e/o renali
  • Chi ha disturbi di carattere psichico e comportamentale
  • Chi soffre di angina instabile, aritmie e insufficienza cardiaca